In primavera, nei prati cresce abbondante lo sclopit (silene vulgaris), una piccola pianta  che si presta ad essere impiegata in numerose ricette: per minestre, risotti, frittate, negli gnocchi al posto degli spinaci, per arricchire gustose polpette vegetariane e non, o nel ripieno di questi ravioli.
Quando ero piccola, mia nonna mi portava spesso a raccogliere a “lis ierbuzzis“, le erbe  commestibili che crescono spontanee nei prati e che lei riconosceva con sicurezza. Ricordo ancora i nomi di molte di queste piante, ma purtroppo, sclopit, ortiche e malva a parte non le so riconoscere… all’epoca ero piccolina e preferivo inseguire grilli e cavallette che imparare a distinguere erbe.
Ieri, in un raro momento di sosta della pioggia, sono andata alla ricerca di sclopits e ho preparato dei ravioli che in casa mia adorano.
Provate a farli anche voi, vedrete che ne sarete conquistati!

(Se non vi piace il sapore forte del formadi frant potete sostituirlo con sola ricotta fresca e un po’ di grana grattugiato)

 

IMG-20180411-WA0011.jpg

Ho lavato il mio bottino e l’ho passato in padella con pochissima cipolla tritata finemente e soffritta nell’olio evo.

Ho salato e pepato con moderazione, perché il formadi frant è già saporito e piccante.

A fine cottura ho tritato tutto nel frullatore. non spaventatevi se il volume di riduce a un quarto: è normale, lo sclopit perde molta acqua durante la cottura.

Al trito di verdura ho aggiunto poi ricotta freschissima e formadi frant

Mentre il ripieno riposava qualche minuto, ho preparato la “pasta matta”, con sola semola di grano duro, poco sale e acqua bollente, l’ho tirata sottile e ho aggiunto… degli elementi decorativi: foglie di menta e timo fresche.
Le ho appoggiate a distanza di circa 10 cm l’una dell’altra su una striscia sottile di pasta, ho sovrapposto un’altra striscia di pasta e le ho tirate di nuovo a formare un’unica striscia con le foglie impresse all’interno. IMG-20180412-WA0039

Su una striscia di pasta senza foglie ho appoggiato dei mucchietti di ripieno, l’ho coperta con la striscia decorata e ho ritagliato dei dischetti con il taglia pasta.

IMG-20180412-WA0034IMG-20180412-WA0035IMG-20180412-WA0030

Il risultato finale è questo

IMG-20180412-WA0029IMG-20180412-WA0036

I ravioli vanno poi cotti in abbondante acqua bollente salata, scolati con cautela per non rovinarli e conditi con burro fuso e ricotta affumicata

 

bty Buon appetito!